I Tarocchi e l’Arcano numero 13: la Morte come simbolo di cambiamento

CATEGORIE
Articolo pubblicato il 07/07/21 nella categoria Tarologia

Istituzionalmente un presagio negativo l’Arcano numero 13 rappresenta la Morte che in alcune culture viene anche identificato come la carta senza nome. Spesso rappresentata da un uomo nero incappucciato di cui non si vede il viso, la Morte solitamente annuncia qualche sciagura o nei casi più drammatici la perdita della vita. Eppure secondo gli addetti ai lavori questa carta può essere interpretata anche in modo diverso, non solo negativo. 

La morte come simbolo di cambiamento e rinascita

La Morte può anche rivelare un imminente cambiamento ma soprattutto annuncia che è arrivato il momento di fare quelle scelte che sono state rimandate per molto tempo. La decisione di lasciarsi alle spalle un periodo negativo è anche un modo per guardare avanti positivamente dando spazio alla morte per poi dare vita ad una rinascita. Il fatto che la Morte sia rappresentata con una falce che taglia le teste non deve essere legata al concetto di fine vita, anzi la morte è il cambiamento la determinazione di voler dimenticare qualcosa che ci fa soffrire e guardare avanti con entusiasmo e voglia di vivere. 

 Arcano 13 e il simbolo della Morte

La morte come il cambiamento spesso spaventano

L’immagine può spaventare ma di sicuro va interpretata legandola anche al contesto personale e al vissuto dell’individuo che sottoposto al test dei Tarocchi non ha ancora ricevuto le risposte cercate.

Il tarocco numero 13 La Morte rappresenta la svolta, il desiderio di voler uscire da un tunnel che porta solo sciagura e tristezza di approfittare del cambiamento con maggiore coraggio e sicurezza. Ovviamente cambiare non piace a tutti, rimanere ancorati alla propria quotidianità anche se consapevolmente sbagliata è sicuramente più facile che affrontare qualcosa che non si conosce, che spaventa ma che alla fine potrebbe portare una ventata di novità positiva nella vita. La Morte annuncia proprio quest’esigenza d’affrontare l’ignoto dando spazio ad un futuro d’incertezze ma sicuramente più entusiasmante di un presente grigio che apporta solo tristezza. 

La morte nel consulto di tarocchi e amore

Quando la morte appare in un consulto dove si parla d’amore immediatamente si crea uno stato d’agitazione ma in realtà il tarocco invita il soggetto coinvolto a prendere in considerazione altre strade e la possibilità d’incontrare l’amore giusto solo se ci si lascia alle spalle un presente incerto che fa soffrire e non appaga. I rapporti sentimentali vanno tutelati e quando sono malati solo la loro morte può lasciare spazio alla nascita d’altre relazione. In questo senso il consulto della carta della Morte è positivo e di buon auspicio e solo così va interpretato.

La morte nel consulto di tarocchi e lavoro

Anche nell’analisi del quesito lavoro la morte ha un suo aspetto positivo, solitamente rappresenta la necessità di un cambiamento radicale per poter eliminare tutti quei blocchi che impediscono di progredire. Insomma anche se il tarocco numero 13, la Morte, è rappresentato in modo negativo ed è reduce d’interpretazioni storiche funeste gli addetti ai lavori invitano a non farsi spaventare dalla rappresentazione di questa carta: nessuna uccisione violenta è prevista ma solo la possibilità di sotterrare un presente che non ha più ragione d’esistere e che crea disagi e incomprensioni. 

Entra anche tu nell'universo GIUPITER

Ogni giorno Giupiter ti mette in contatto con centinaia di CLIENTI che cercano PROFESSIONISTI di fiducia, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Trova i tuoi esperti, consulta i prezzi al minuto, scopri quando sono disponibili e leggi giudizi e commenti di chi ha già provato i loro consulti telefonici.

5 buoni motivi per scegliere i consulti telefonici di Giupiter

Vasta scelta di esperti

Pagamenti sicuri

Primi minuti gratis

Completo anonimato

Servizi stellari

PER SAPERNE DI PIÙ
SEGUICI SUI SOCIAL
GIUPITER - Casa delle Rose S.r.l. - Sede legale: Route Bierre, 10, 11020 Ayas (AO) - P.IVA 01262890070 - Privacy Policy - Condizioni generali di utilizzo